Fattori di rischio per neoplasia colon-rettale nella colite ulcerosa

Nei soggetti con colite ulcerosa (CU) è presente un rischio più elevato di neoplasia rispetto alla popolazione generale. In tale prospettiva, l’obiettivo dello studio presentato all’ECCO 2017 da H. Saoula (CHU of Bab El Oued, Epidemiology, Algeri, Algeria) e coll. è stato quello di identificare fattori di rischio per displasia e cancro colon-rettale in pazienti algerini con CU. Il carcinoma del colon-retto rappresenta la neoplasia maligna più comune tra quelle che originano da colon, retto e appendice e costituisce in generale una delle forme più frequenti di tumore solido.

In questo studio prospettico, pazienti con CU di lunga durata in remissione clinica sono stati sottoposti a sorveglianza endoscopica tra il gennaio 2009 e il gennaio 2015; in seguito, pazienti con lesioni neoplastiche sono stati confrontati con pazienti affetti da CU di lunga durata senza neoplasia colon-rettale, per identificare i fattori di rischio per neoplasia nella CU.

Saoula e coll.hanno arruolato 106 pazienti in un programma di sorveglianza endoscopica con l’ausilio della cromoendoscopia. Sono state diagnosticate 49 lesioni in 31 pazienti; 6 pazienti con adenocarcinoma e 27 pazienti con displasia. Tali pazienti sono stati confrontati con i 75 pazienti senza lesioni neoplastiche.

Nell’analisi univariata, i fattori di rischio per cancro colon-rettale erano i seguenti: colite di lunga durata, tempo trascorso tra i primi sintomi e la diagnosi di colite superiore a 6 mesi, spondiloartrite, stenosi colica, colon tubulare e polipi infiammatori.

I fattori di rischio per displasia erano i seguenti: età elevata al momento dell’inclusione nello studio e tempo trascorso tra i primi sintomi e la diagnosi di colite superiore a 6 mesi; dopo esclusione degli adenomi sporadici (adenoma al di fuori della mucosa colica) i fattori di rischio per displasia erano i seguenti: colite di lunga durata, tempo trascorso tra i primi sintomi e la diagnosi di colite superiore a 6 mesi, polipi infiammatori, pancolite e cortico-dipendenza (dipendenza da corticosteroidi).

Dopo l’analisi multivariata, i fattori di rischio per cancro del colon-retto o neoplasia di grado elevato risultavano la colite di lunga durata, il tempo trascorso tra i primi sintomi e la diagnosi di colite superiore a 6 mesi e i polipi infiammatori. I fattori di rischio per displasia erano la malattia di lunga durata e la cortico-dipendenza. Il trattamento di mantenimento regolare risultava essere un fattore protettivo per il cancro colon-rettale.

Nello loro conclusioni, i ricercatori algerini hanno concluso che, come emerge dai loro dati, i fattori di rischio per cancro del colon-retto o per neoplasia di grado elevato sono la colite di lunga durata, il tempo trascorso tra i primi sintomi e la diagnosi superiore a 6 mesi e i polipi infiammatori. Fattori di rischio per displasia sono la malattia di lunga durata e la cortico-dipendenza. Il trattamento di mantenimento regolare è un fattore protettivo.

Fonte:

ECCO 2017 – P266


Torna all'indice